DIRETTIVA EUROPEA CASE GREEN

Facebook
Twitter
LinkedIn

L’Unione Europea con la Direttiva Case Green ha introdotto nuove regole e requisiti per migliorare la prestazione energetica di case e immobili.

L’obiettivo delle nuove regole europee, inserite nell’Energy Performance Buildings Directive (EPBD), è quello di garantire entro il 2050 un miglioramento delle prestazioni energetiche di tutti gli immobili dell’Unione, raggiungendo le emissioni zero.

Per effettuare tale adeguamento, è richiesto un taglio dei consumi energetici di circa il 25%.

DISPOSIZIONI PREVISTE

L’ultimo testo della disposizione prevede delle scadenze da seguire per tutte le case residenziali già esistenti:

  • a partire dal 1° gennaio 2030 tutti gli edifici residenziali devono rientrare nella classe energetica E.
  • entro gennaio 2033 gli edifici devono ottenere almeno la classe di prestazione D.
  • gli edifici pubblici di nuova costruzione dovranno essere a emissioni zero a partire dal 2028 mentre per le nuove costruzioni private l’obbligo è stato fissato al 2030.
INTERVENTI DA EFFETTUARE

Per migliorare l’efficienza energetica si possono effettuare diversi lavori:

  • la coibentazione dell’edificio tramite un cappotto termico interno o esterno
  • l’installazione di una nuova caldaia a condensazione
  • la sostituzione degli infissi
  • l’installazione di un impianto fotovoltaico
FINANZIAMENTI E INCENTIVI

Gli stati europei dovranno prevedere, per i singoli piani nazionali di ristrutturazione, regimi di sostegno per facilitare l’accesso alle sovvenzioni e ai finanziamenti, oltre che ipotizzare punti di informazione e programmi di ristrutturazione neutri dal punto di vista dei costi. I regimi finanziari dovranno prevedere un premio cospicuo per le cosiddette ristrutturazioni profonde, in particolare nel caso degli edifici con le prestazioni peggiori, e sovvenzioni e sussidi mirati destinati alle famiglie vulnerabili.

Incentivi, dunque, ci saranno ma saranno diversi da quelli attuali. Le agevolazioni in vigore, come l’ecobonus, dovranno essere riviste. Dovrebbero essere salvi i bonus per apparecchi ibridi (come quelli costituiti da una caldaia a condensazione e da una pompa di calore, controllati da una centralina unica) e le caldaie certificate per funzionare con combustibili rinnovabili (come il biometano o l’idrogeno).

scopri di più

Prototipazione rapida 3D

CORSO PROTOTIPAZIONE RAPIDA 3D

Polo Didattico organizza un corso di Prototipazione rapida 3D. L’obiettivo è di introdurre e analizzare al meglio la prototipazione rapida, ovvero tutto ciò che concerne la modellazione 3D e le sue possibili applicazioni.

Leggi l'articolo >>>
alfabetizzazione su informazioni e dati

ALFABETIZZAZIONE SU INFORMAZIONI E DATI

Polo Didattico, nell’ambito del Programma GOL, organizza il corso breve Alfabetizzazione su informazioni e dati, un percorso gratuito di 60 ore per imparare a navigare, ricercare e filtrare dati, informazioni e i contenuti digitali, valutare e gestire dati, informazioni e contenuti digitali.

Leggi l'articolo >>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi